Vi auguriamo buona serata consigliandovi un #viaggioalcentrodelborgo di Roccacasale (AQ), costruito a raggiera ai piedi del Monte della Rocca (sperone del più celebre Monte Morrone), all’interno del Parco Nazionale della Majella.

Fondato come primo nucleo insediativo nell’attuale località di Casali tra l’800 e il 900 d. C., il borgo conserva diversi edifici storici di pregio tra cui il Castello De Sanctis (edificato sul pendio del Monte della Rocca e realizzato interamente in pietra a pianta triangolare con all’apice i resti di una torre trapezoidale).

E poi la Chiesa di San Michele Arcangelo (consacrata nel 1579 ma dalla facciata settecentesca) e il Colle delle Fate, centro fortificato che conserva ancora i resti delle cinta murarie, realizzato a 725 metri di altitudine in posizione dominante rispetto all’abitato.

Da provare: il pane cotto (pane raffermo messo in ammollo e poi bollito a cui si aggiunge olio extra vergine di oliva e pecorino roccolano), il ranere (granturco ammollato e bollito, poi salato in una teglia con olio di oliva, aglio e peperoncino), la frittata di crastatiegl (gambi d’aglio con aggiunta di pecorino) e lu sangunacce, dolce tipico del periodo invernale.

Per maggiori informazioni: https://bit.ly/2Wm3fpp

Conoscete Roccacasale? Raccontateci allora la vostra esperienza di vita o il vostro #viaggioalcentrodelborgo!