Vi auguriamo buona serata consigliandovi un #viaggioalcentrodelborgo di Castellaneta (TA), immerso nel Parco Regionale delle Gravine in un territorio eterogeneo e diversificato che si estende dalle colline al mare.

Frequentato fin dall’Età del Bronzo ma abitato stabilmente a partire dal X secolo, il borgo (celebre per aver dato i natali a Rodolfo Valentino) è costituito da due nuclei principali: il centro storico vero e proprio e la frazione marittima di Castellaneta Marina, premiata anche nel 2020 con la Bandiera Blu.

Tra gli edifici storici di pregio, poi, la Cattedrale di San Nicola (dalla facciata barocca e dal soffitto di legno interamente intagliato), il settecentesco Palazzo Vescovile, il Palazzo Catalano, l’ex Convento delle Clarisse (risalente alla metà del XVII secolo e oggi sede del Museo Rodolfo Valentino), la Chiesa di San Domenico e la Chiesa di San Michele, senza dimenticare, ovviamente, le tante gravine presenti nell’area.

Da provare: a ciallèdd (pane secco inzuppato nell’acqua e condito con olio extravergine d’oliva, aglio, origano e pomodoro), i zampìdd (salsicciotti di carni miste aromatizzate con pepe o peperoncino piccante), i gnumm’rèdd e le falle, panzerotti dolci di pasta frolla ripieni di marmellata di uva, noci, mandorle e buccia di mandarino.

Per maggiori informazioni: https://bit.ly/302G9Xg

E voi siete già stati a Castellaneta? Raccontateci allora la vostra esperienza o il vostro #viaggioalcentrodelborgo!