Consorzio Terre di Biccari premiato dal Gambero Rosso

1 settembre 2018
Biccari

Del Consorzio Terre di Biccari ne avevamo parlato il 1° giugno scorso in un’intervista al Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna, sul Mercato a km0.

Ne riparliamo ora a seguito di un traguardo che con tenacia e saviezza hanno raggiunto!

Consorzio-Terre-di-Biccari

Il blind test, dedicato ad uno dei formati di pasta più amati ed organizzato dalla nota rivista specializzata in enogastromia, ha premiato la pasta del Consorzio Terre di Biccari .
Questo mese, infatti, gli esperti di Gambero Rosso si sono concentrati sui rigatoni prodotti dai sedici pastifici artigianali più virtuosi d’Italia. All’assaggio al buio (ovvero senza etichetta o altri contrassegni), dunque, è stata ammessa solo la pasta di grano duro non industriale, oggetto di lavorazione lenta, di essiccazione a bassa temperatura e con il massimo rispetto per tutte le caratteristiche organolettiche e nutrizionali.
I campioni di pasta sono stati sottoposti ad una degustazione condotta da un panel specializzato che ha analizzato l’aspetto visivo, olfattivo, gustativo e tattile della pasta; ma anche il profilo aromatico, la tenacità, la tenuta alla cottura, l’integrità della struttura e la fedeltà del tempo di cottura indicato in etichetta.
Insomma un vero e proprio esame di laurea per i tanti piccoli produttori italiani, come i giovani biccaresi, che hanno deciso di scommettere sulla qualità.
Il risultato ha premiato il Consorzio Terre di Biccari . “Il Rigatone numero uno – si legge tra le altre cose nella classifica finale di Gambero Rosso – è figlio di un bel progetto di filiera. Il Consorzio foggiano, nato nel 2017, coltiva il grano secondo un rigido disciplinare per garantire una materia prima priva di micotossine e agrofarmaci”. Il risultato è “un rigatone vero, grande, solido e materno, dalla pelle abbronzata e molto ruvida al tatto, perfetto nell’artigianalità, con una calda dolcezza lattica ed una soave persistenza. Il profumo gentile e vivido, con richiami floreali e vegetali di campo di grano e semola, esprime gioia di vivere”.
Grande la soddisfazione per i giovani promotori del Consorzio: “Il nostro progetto nasce innanzitutto dall’amore e dall’attaccamento alla nostra Terra. Siamo cinque giovani amici, agricoltori e produttori di grano duro con l’obiettivo di sostenere e promuovere la produzione di pasta di alta qualità usando esclusivamente grano duro delle nostre colline. La sfida che ci anima è quella di praticare un’agricoltura sostenibile e rispettosa delle famiglie e della terra a cui apparteniamo”.

www.terredibiccari.it

Potrebbero interessarti