Essere sostenibili: ce lo racconta Melpignano

3 aprile 2017
essere sostenibili

Dopo le esperienze di Bitetto e di Biccari in Puglia, sui progetti di sostenibilità ambientale, turismo e comunità, restiamo in Puglia, ma questa volta andiamo in Salento a scoprire che cosa significa essere sostenibili. Ce lo racconta il borgo autentico di Melpignano, famoso per la Notte della Taranta, ma anche per aver dato vita a una delle prime cooperative di comunità in Italia. In questo borgo di poco più di 2000 abitanti, le parole chiave sono: sostenibilità, comunità e accoglienza. Melpignano è stato uno dei 10 ambasciatori dei Borghi Autentici durante la fiera Fa’ la Cosa Giusta e abbiamo intervistato in quella occasione il Consigliere Gianluca Greco, per scoprire insieme a lui e al lavoro che l’Amministrazione sta portando avanti da anni, il significato di essere sostenibili per un piccolo Comune italiano.

Per prima cosa, che cosa vi ha spinto a diventare ambasciatori dei Borghi Autentici a Fa’ la Cosa Giusta?

Siamo convinti di fare la cosa giusta sul nostro territorio. Abbiamo tanto da raccontare delle nostre esperienze e volevamo farlo in maniera ampia e diffusa su tutto il territorio italiano. Questo evento e la partecipazione con la rete Borghi Autentici, ci permette di raggiungere un’estensione più capillare, non solo quindi agli addetti ai lavori, ma anche ai singoli cittadini. Ci siamo messi in gioco e siamo felici di poter rappresentare non solo la nostra comunità, ma le comunità dei borghi autentici a livello nazionale.

 

essere sostenibili

 

Che attività, iniziative, progetti realizzate per essere sostenibili? In poche parole: come ci potete raccontare il vostro impegno per la sostenibilità?

In particolare presentiamo tre progetti:

  • la compostiera di comunità che ci permetterà in poco tempo di diventare autosufficienti nella gestione della frazione organica, producendo fertilizzante. Si tratta di una compostiera pubblica, a disposizione della cittadinanza ed è il primo esperimento in tutta Italia che unisce il sistema di compostaggio di comunità con il sistema di lombricatura. Questa iniziativa ci contraddistingue non solo in ambito regionale, ma anche in ambito nazionale, permettendoci di chiudere il ciclo dei rifiuti in modo totalmente sostenibile;
  • il progetto “il riscatto del somaro”, con l’asino Geo che ci aiuta nella gestione del verde pubblico. L’obiettivo di questa iniziativa è dare un’idea diversa dell’asino, il quale diventa un simbolo di integrazione, ma soprattutto diventa una sperimentazione per gestire il verde pubblico in modo completamente sostenibile. L’asino compie il suo dovere naturale di tosaerba e permette di limitare quindi l’uso di pesticidi nelle aree pubbliche. Questo progetto poi ha subìto un’evoluzione ed è diventato un mezzo per integrare persone con difficoltà all’interno della comunità, in particolare i rifugiati che abbiamo accolto all’interno del nostro paese. Il prossimo passo sarà la realizzazione di una fattoria, per la valorizzazione di un’area interna con il coinvolgimento di tutta la comunità.
  • il terzo progetto riguarda il Green Public Procurement, come Amministrazione cerchiamo di spingere sempre di più verso acquisti verdi a cura della Pubblica Amministrazione. Ogni anno gli acquisti che la PA compie sono tantissimi e noi ci stiamo impegnando per minimizzarne l’impatto.

essere sostenibili

 

Il Sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, è anche Presidente della rete dei Borghi Autentici d’Italia, quindi il suo Comune è in prima linea come ambasciatore della rete nazionale. Al Consigliere Greco chiediamo: cosa pensate di condividere con gli altri Comuni della rete in seguito a questa esperienza?

È un momento di confronto con altri Comuni e con altri operatori che lavorano nella nostra stessa direzione. Per noi è fondamentale lavorare in sinergia, altrimenti si rischia di disperdere le forze. Il nostro obiettivo qui è raccogliere esperienze da condividere in seguito con la rete, ma soprattutto raccontare al pubblico che cosa fa Borghi Autentici, quali sono le realtà che ogni giorno si impegnano per costruire un futuro più sostenibile e come si vive bene nelle piccole comunità.

Ringraziamo Gianluca Greco per averci raccontato l’impegno costante dell’Amministrazione nello sviluppare stili di vita più sostenibili per tutta la comunità del borgo salentino.

 

 

Potrebbero interessarti