Dissesto idrogeologico: a Berceto si combatte con la comunità

24 aprile 2017
dissesto idrogeologico berceto

Il dissesto idrogeologico è uno dei maggiori problemi che i Comuni italiani si trovano a combattere ed è una delle massime priorità delle Amministrazioni. Anche il borgo autentico e Comunità Ospitale di Berceto, situato nel cuore dell’Appennino parmense, si trova ad affrontare tali difficoltà e a dover trovare una soluzione che garantisca alla comunità e al territorio una maggiore sicurezza. Insieme al rischio di dissesto idrogeologico, c’è anche quello del degrado e dell’insevaltichimento causato dal progressivo abbandono dei campi. Il Comune di Berceto ha deciso di affrontare il problema con un percorso sperimentale e innovativo: il regolamento di gestione comunitaria del territorio.

 

Il problema del dissesto idrogeologico e del degrado a Berceto

In questo caso, il borgo autentico di Berceto può essere preso come esempio per tutto il territorio italiano, sia come problematica iniziale, sia come buona pratica per la sua risoluzione.

Negli ultimi anni è aumentato progressivamente l’abbandono dei campi e con questo anche la preoccupazione per le condizioni del territorio bercetese, il quale occupa una superficie di 131 kmq.

Sono sempre più marcate le difficoltà da parte dei rispettivi proprietari, nel governare la proprietà e svolgere ogni anno, quelle buone pratiche di un tempo di salvaguardia contro il dissesto idrogeologico. Sicuramente l’età avanzata dei proprietari contribuisce ad aumentare tali difficoltà, ma è soprattutto la mancanza di reddito il problema principale.

Queste proprietà infatti, non producono nulla o hanno rendite notevolmente insufficienti rispetto al carico fiscale dello Stato, della Regione e del Comune. L’abbandono del territorio, il dissesto idrogeologico, l’incuria dei prati, dei pascoli, dei boschi e dei castagneti influisce negativamente anche sui valori immobiliari i quali, si svalutano di anno in anno.

Alcuni dati relativi al territorio di Berceto:

  • circa 51 kmq di superficie comunale sono interessati da dissesto idrogeologico;
  • oltre il 62% del territorio è boschivo e tale superficie è pressoché priva di presidio umano con evidenti ricadute negative sull’assetto e l’equilibrio territoriale;
  • il 95% del territorio è sottoposto a vincolo idrogeologico;
  • l’indice di franosità attiva del territorio comunale è l’8,7%, ma quello di franosità quiescente raggiunge il 24,69%;
  • delle frane attive circa il 70% sono riconducibili con molta probabilità a problematiche di mancata o scorretta regimentazione delle acque superficiali.

Il territorio di Berceto, così come tanti altri territori italiani, necessita di un’urgente riconsiderazione circa le modalità e le responsabilità della sua cura e della sua salvaguardia. Da questo nasce la volontà del Comune di Berceto di trovare una soluzione collettiva, attraverso il regolamento di gestione del territorio.

 

dissesto idrogeologico berceto

 

Il regolamento di gestione del territorio di Berceto

Questo regolamento è uno strumento divulgativo di conoscenza rivolto ai cittadini, relativamente ai vincoli e alle prescrizioni, ma è anche uno strumento partecipato e condiviso di governo del territorio verso il quale ogni cittadino deve responsabilizzarsi e agire conseguentemente nel proprio comportamento individuale e collettivo.

Il regolamento di gestione del territorio è uno strumento volontario, non imposto da norme, ed è inteso come una modalità strategica per dare “forza” al territorio di Berceto e alla sua comunità. Tale documento servirà per individuare le modalità e i comportamenti idonei a valorizzare le risorse ambientali del territorio, in particolare i boschi e le aree da utilizzate a scopi agricoli, minimizzando gli effetti della rarefazione del presidio umano. Il regolamento introdurrà le modalità di pulizia, la manutenzione del territorio, anche per la fruizione turistica-escursionistica, innescando la filiera foresta-legno e la valorizzazione a fini energetici del legname derivante dalla pulizia dei boschi.

Il grande fattore innovativo che caratterizza questo percorso del borgo autentico di Berceto è la condivisione e la partecipazione della comunità stessa alla sua realizzazione. Il regolamento sarà redatto attraverso un processo partecipativo che includa i cittadini, l’amministrazione locale, le autorità provinciali competenti sulle tematiche della difesa, salvaguardia ambientale e governo del territorio provinciale, gli enti funzionali, i proprietari dei terreni di Berceto, le imprese, le associazioni di rappresentanza e la cooperativa di comunità. Il focus di tutto sarà la creazione di un processo partecipativo che sancisca il principio della sussidiarietà e favorisca e regoli la partecipazione delle persone, con l’obiettivo di far diventare i soggetti amministrativi dei soggetti attivi alleati nel prendersi cura dei beni comuni, quali il territorio e l’ambiente.

Il primo incontro del percorso partecipato per la stesura del regolamento si terrà sabato 6 maggio alle ore 10 presso Sala Aurea della Camera di Commercio di Parma. Durante l’incontro verrà illustrato il programma di partecipazione di tutta la popolazione e dei 5.000 proprietari di terreni e fabbricati nel Comune di Berceto. L’obiettivo finale è definire il progetto entro il 2017 con iniziative concrete da intraprendere.

SCARICA L’INVITO

Conosci altre buone pratiche relative al dissesto idrogeologico? Scrivile nei commenti!

 

Potrebbero interessarti