Provocazioni Culturali nel Centro Storico di San Giovanni Rotondo

22 maggio 2018
provocult associazione culturale giovanile san giovanni rotondo

Sono Maurizio Placentino, attuale presidente di Provo.Cult. Anche se le gerarchie nella nostra associazione non sono poi così importanti.

La nostra associazione culturale è nata nel 2008 nel centro storico del nostro paese e quest’anno festeggia i dieci anni di attività. Il nostro intento è quello di portare un po’ di linfa vitale al nostro territorio, quello di San Giovanni Rotondo, che per molti anni ha avuto un’identità troppo legata a dei concetti che ci sembravano lontani dal mondo giovanile e da quello che il nostro territorio può offrire.

Così, insieme ad un’altra decina di giovani tutti accomunati dall’aver fatto un’esperienza fuori e dall’essere poi tornati qui, è stata messa su questa associazione che ha iniziato appunto a proporre eventi culturali.

Il nostro claim è infatti “Provo.Cult – Provocazioni Culturali”.

Quello che abbiamo fatto in questi dieci anni è stato rivalorizzare il nostro paese. L’idea iniziale era quella di riportare una manifestazione che venne fatta tantissimi anni fa, ossia organizzare concertini, eventi, performance teatrali per ogni piazzetta del centro storico. Ed è ciò che abbiamo fatto nel 2008, nella prima estate sangiovannese, organizzando 16 date, facendo rivivere il centro storico in tutte le sue varie sfaccettature, dalla musica al teatro e al cinema.

Proprio il Cinema ci ha portato fortuna. Infatti da lì in poi abbiamo  concentrato le nostre energie soprattutto su quello che è diventato il Gargano Film Fest, che l’anno scorso ha festeggiato appunto i dieci anni d’attività e grazie al quale abbiamo portato sul territorio grandi nomi di registi e attori.

Due su tutti: Edoardo Winspeare ed Elio Germano; ma sono tanti gli ospiti che si sono avvicendati nelle dieci edizioni organizzate.
Un’altra bella operazione è stata quella di “Santa Strada”, un festival di arte di strada che ha vissuto due edizioni, nel 2008 e nel 2009, e che saremmo felici di riprendere visto che oggi si parla tanto di street-art, espressione di cui avevamo già individuato le potenzialità un decennio fa.

Inoltre, oltre a quelle che sono le nostre attività, adesso ci stiamo concentrando su un nuovo festival che è “Miniera”, con l’obiettivo di riprendere le zone territoriali un po’ distanti dalla nostra area ma comunque degne di nota in quanto parte integrante del nostro patrimonio culturale. In un’ex miniera di bauxite si terrà un festival di musica con un sottofondo di tematiche sul lavoro.

Quello di cui ci occupiamo da quattro anni a questa parte, comunque, è la nostra sede associativa, radicata in una bellissima strada del centro storico che vogliamo far rivivere dal punto di vista culturale come tante altre vie e piazze del borgo antico di San Giovanni Rotondo.

Sperando che in molti possano seguire il nostro esempio, promuovendo attività simili e con esse sensibilizzare il territorio alla creazione di attività culturali.

Chi vuole scoprire le nostre attività può seguirci sulla nostra pagina Facebook dell’associazione.

di Maurizio Placentino, Presidente di Provo.Cult – Associazione Culturale di San Giovanni Rotondo (FG)

Segnalaci anche tu storie di riscoperta e di valorizzazione che abbiano come protagonisti piccoli comuni, storie di persone che concretamente stanno facendo grande questo Paese. Partendo dal piccolo. Contattaci se vuoi raccontare la storia del tuo Borgo.

Potrebbero interessarti