La comunità delle competenze

7 aprile 2016

L’azione collettiva dei borghi autentici della Sardegna, ha inteso sopperire all’insufficienza di competenze tecniche in materia di progettazione a valere sui fondi della programmazione 2014-2020, componendo uno staff tecnico comune, a disposizione di tutti i borghi, uno staff che consente ai comuni aderenti a BAI di proporre candidature sui programmi di finanziamento dell’Unione Europea e in genere di potersi candidare in ogni occasione offerta delle politiche di sviluppo con un’idea di rilancio del territorio rurale maturata localmente.

Ottemperando alle proposte del Manifesto dei Borghi Autentici d’Italia, è stata infatti creata una comunità delle competenze formata da giovani professionisti che rappresenta un modo per mettere insieme e far fare massa critica a una serie di professionalità esistenti sul territorio ma fra loro spesso poco connesse e solo saltuariamente applicate ai problemi dei piccoli comuni rurali. Questo Centro di competenze consente dunque ai piccoli borghi dell’Isola aderenti all’Associazione di disporre di uno strumento collettivo efficace e capace di costruire insieme ai territori nuove opportunità e, ove esistessero gli strumenti, di farle finanziare con il ricorso, ad esempio, ai fondi comunitari.

Il Centro di competenze, attivato nell’ambito del Piano delle Strategie della rete BAI Sardegna, è costituito di nove professionisti, dall’intermedio al senior, coordinati da un esperto senior di politiche pubbliche, di età compresa fra i 30 ed i 40 anni. Si tratta di professionisti laureati in scienze sociali, politiche, economia e specializzati in politiche pubbliche, di sviluppo, in progettazione comunitaria, con un notevole bagaglio di esperienze professionali già maturate e un network di relazioni ragguardevole.

Attualmente il Centro di competenze sta supportando i comuni e le Unioni nella programmazione territoriale, un processo cui la Regione Sardegna ha dato il via da circa un anno con un avviso per manifestazioni d’interesse dei territori dell’Isola, al fine di indirizzare in maniera efficace i fondi della programmazione unitaria 2014-2020. Inoltre il Centro sta affiancando i borghi e le Unioni che lavorano sulla costruzione dei Gruppi di Azione Locale previsti nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 e nella progettazione partecipata del Piano d’Azione (PdA) che i GAL dovranno gestire.

Infine, con l’emergere di alcuni temi trasversali sul territorio, anche in relazione alle passate esperienze realizzate con successo dall’Associazione, il Centro ha lavorato e lavorerà alla costruzione e all’implementazione di un Accordo di Programma Quadro con la Regione Sardegna, allo scopo di potenziare e sviluppare progetti come quello relativo alle Comunità Ospitali e al portale di e-commerce Sardegna Autentica, oltre che alle importanti politiche di resilienza del territorio rurale inserite nell’ambito del progetto Uranos.

Stefano Sotgiu

Potrebbero interessarti