Foglie d’erba: la birra artigianale di montagna

3 agosto 2017

Ogni birra è una goccia di natura

Gino Perissutti, mastro birraio del birrificio Foglie d’Erba, definisce in questo modo i suoi prodotti artigianali realizzati nel pieno rispetto della natura, utilizzando solo ingredienti di eccellente qualità, tra cui l’acqua delle Dolomiti friulane. Il birrificio Foglie d’Erba è diventato negli ultimi anni una vera istituzione italiana e si è aggiudicato nel 2011 il titolo di “Birrai dell’anno”. Nel cuore della Carnia, circondato dalle Dolomiti friulane, il birrificio Foglie d’Erba è immerso in un paesaggio unico al mondo ed è una delle risorse attrattive della Comunità Ospitale di Forni di Sotto.

La birra artigianale delle Dolomiti

Fare birre in modo artigianale ormai lo sanno fare in tanti, ma non come il birrificio Foglie d’Erba. Non appena si varca la soglia del laboratorio, si entra in un mondo fatto di musica rock, saper fare artigianale e gente che ama ciò che fa per il territorio.

Ogni birra è frutto della creatività, della tecnica e ricerca della perfezione attraverso ingredienti di qualità. L’acqua pura di montagna viene scaldata mediante una caldaia che utilizza come combustibile la segatura di scarto delle vicine falegnamerie, abbattendo quindi l’utilizzo di gas. Come avevamo già raccontato nel caso del birrificio piemontese Kauss, anche in questo caso l’attenzione verso l’ambiente è molto alta. Dopo la cottura in un tino di ammostamento e in uno di filtrazione, la birra viene inviata in un serbatoio refrigerato per la fermentazione prima di essere imbottigliata.

Ogni birra racconta una storia, fatta di aromi, sapori, colori e abbinamenti che devono essere rispettati, per valorizzarla al massimo. La Babél ad esempio è una delle più apprezzate: si tratta di una birra ad alta fermentazione, ottenuta dall’unione dell’acqua di montagna con una selezione accurata di malti e luppoli. È una birra chiara con un aroma di frutta tropicale, agrumi ed erbe. Poi c’è l’Hopfelia di colore ambrato e dal gusto caldo e avvolgente con sentori resinosi e fruttati. C’è anche la Gentle Giant, una tripel belga con note speziate, senza contare le birre stagionali che vengono prodotte a seconda del periodo dell’anno. Così come accade per in cucina, anche le birre seguono una stagionalità, come la Hot Night in the Village – Breakfast Edition, una imperial brown porter o la Nadal, una strong winter ale.

Ogni birra racconta una storia con il suo sapore unico, ma anche con le etichette illustrate che caratterizzano ogni bottiglia, facendola diventare una piccola opera d’arte. Il birrificio artigianale Foglie d’Erba, per la sua cura nel mantenere le tradizioni artigianali, è stato selezionato dal portale prodottidaiborghiautentici.it tra i migliori produttori dei Borghi Autentici d’Italia. 

 

Potrebbero interessarti