Berceto, l’appello del Sindaco: no alle domeniche deserte in montagna

7 settembre 2017
Berceto-domeniche-in-montagna

Ritornare ai giorni festivi e domenicali da dedicare alla famiglia e per chi crede anche al Signore”. E’ la proposta rivoluzionaria che arriva da Berceto, comune associato a Borghi Autentici d’Italia in provincia di Parma. Il primo cittadino Luigi Lucchi, in una lettera destinata al Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, richiama l’attenzione sulle conseguenze sociali di un fenomeno che sta mettendo a dura prova la sopravvivenza del piccolo borgo dell’Appennino parmense.

Una riflessione tra colleghi, inviata per conoscenza anche al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Padoan, al Presidente della Regione, Bonaccini, ai Vescovi di Parma e Fidenza e al Prefetto di Parma, che punta il dito in particolare contro i centri commerciali e le ‘domeniche deserte in montagna‘.

Secondo il primo cittadino di Berceto infatti “per circa dieci mesi all’anno, le famiglie,  subdolamente, sono invitate e frequentare solo i centri commerciali anche alla domenica e nei giorni festivi..(..) diffondendo una civiltà consumistica che distrugge non solo l’ambiente ma anche i nostri rapporti di relazione ed educativi”. Un’abitudine che non ha orari, sottrae tempo alle nuove generazioni e ai dipendenti che “(…) invece di fare festa e riposo lavorano”.

Una modernità che rischia di schiacciare la linfa vitale di questo borgo, definito ‘piccolo gioiello in pietra’. Così come altri comuni montani, anche Berceto ha infatti conosciuto negli anni un’emigrazione di abitanti in cerca di lavoro che ha generato un impoverimento del territorio.

A Parma vivono oltre mille famiglie originarie del piccolo borgo sulla Via Francigena, ma la maggior parte di queste, ritorna sempre di meno a casa in montagna. “Abbiamo bisogno che le famiglie tornino nei giorni di festa nei nostri paesi e non si rinchiudano in un centro commerciale diventato addirittura attrattiva, al punto da far venire in città anche le nostre famiglie di Berceto” afferma il Sindaco nella lettera inviata mentre, a Parma, vanno avanti i lavori per la costruzione di uno dei ‘mall’ più grandi d’Italia.

Un richiamo alla responsabilità, ma soprattutto un appello alla sopravvivenza dell’autenticità di questo borgo, dove il capitale sociale è una risorsa per lo sviluppo e i giovani sono il futuro. “Il buon esempio – afferma il Sindaco nella lettera – è stare con la propria famiglia, dedicare il tempo e non solo soldi ai propri figli, accompagnandoli a visitare i paesi dei loro nonni, vedere dal vivo galline e animali domestici, far vedere loro il bello dei nostri monumenti e dei paesi costruiti a misura d’uomo e non di auto”.

Non è la prima volta che il Sindaco di Berceto, Luigi Lucchi, propone iniziative forse rivoluzionarie o visionarie ma che intercettano il senso di coerenza con i fabbisogni delle comunità, delle amministrazioni e dei territori.

Ad esempio la gestione comunitaria del territorio comunale presentata il 6 maggio 2017 alla Camera di Commercio di Parma. Leggi l’articolo qui

 

Potrebbero interessarti