Adesso pedala, un viaggio di solidarietà tra i Borghi

26 settembre 2017

Nel bagaglio dei ricordi di Adesso pedala’, oltre alla solidarietà, resterà sicuramente l’accoglienza ricevuta nei borghi italiani. Per Stefano Meneghello, Daniel Rocco, Luca Marzorati e Mirko Trentin, l’avventura all’insegna della solidarietà pro paesi terremotati è stata soprattutto un’esperienza umana.

Lo scorso 22 agosto, i 4 amici di Milano sono partiti alla volta di Norcia attraversando  Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Umbria in sella alle loro biciclette. Circa mille chilometri in quindici giorni con un obiettivo: raccogliere almeno 1 euro per ogni km percorso sulla piattaforma Ulule, da devolvere, in segno di solidarietà e vicinanza all’Associazione I Love Norcia.

Una missione riuscita, grazie al contributo di tante persone e il sostegno di numerosi partner tra i quali anche l’Associazione Borghi Autentici d’Italia che ha seguito i ragazzi, offrendo loro un aiuto nell’ospitalità. “Volevamo scoprire una parte d’Italia a noi sconosciuta in modo diverso: in bicicletta. – racconta Daniel Rocco – Ci siamo posti come obiettivo di passare attraverso paesaggi collinari del centro Italia. La naturale conseguenza è stata quella di pensare ad una raccolta fondi per le zone terremotate. Ci siamo messi alla ricerca di associazioni impegnate nella tutela dei borghi e del paesaggio. Abbiamo notato Borghi Autentici e ci è subito piaciuto il suo obiettivo di comunità. L’Associazione è stata fin dall’inizio disponibile e ha deciso di supportarci non solo mediaticamente ma anche durante il percorso”.

Lungo il loro viaggio, i 4 ragazzi di Adesso Pedala sono stati accolti come ‘cittadini temporanei’ da due Borghi Autentici: a Berceto, piccolo borgo e Comunità Ospitale sull’Appennino Parmense e a Montegabbione, borgo umbro nella zona appenninica circondato dalla Valdichiana e dalle valli dei Nestore e Tiberina.

Abbiamo raggiunto Berceto nella tappa lungo la salita della Cisa – conferma Luca – ci siamo arrivati stanchi ma siamo stati accolti benissimo dal Sindaco Luigi Lucchi  e poi abbiamo cenato in un’osteria dove c’era una cameriera gentilissima. Siamo stati ospiti per la notte da Don Giuseppe all’Ostello per la gioventù”. Dopo varie tappe, Mirko, Stefano, Daniel e Luca sono arrivati a  Montegabbione, con una deviazione in Umbria. “Borghi Autentici ci ha offerto il pernottamento in un agriturismo meraviglioso a pochi chilometri da questo Borgo. Siamo stati accolti davvero bene e il proprietario è rimasto entusiasta del nostro progetto” aggiunge Stefano.

L’incontro con le comunità aperte, solidali e consapevoli dei Borghi Autentici, ha dato una marcia in più a questi ragazzi che, dopo qualche giorno, sono giunti alla meta. “Arrivare a Norcia è stato impattante, personalmente non ci aspettavamo una situazione del genere – spiega Mirko – ci siamo resi conto delle difficoltà vissute dagli abitanti. Grazie al contributo di oltre 50 persone, devolveremo il budget raccolto con il crowdfunding, attivo fino al 10 ottobre, all’Associazione I Love Norcia per un progetto destinato ai giovani, ad una ludoteca, vicino ad un liceo crollato e poi ricostruito. Inizialmente infatti avevamo pensato al progetto Arca per un centro polifunzionale, ma sarà pronto tra due anni. Così abbiamo deciso di acquistare quanto ci verrà indicato per la ludoteca che verrà inaugurata a fine ottobre. Un segno tangibile della nostra missione”.

E’ stata una grande emozione, siamo contenti di aver fatto questo per Norcia” concludono Daniele, Mirko, Luca e Stefano. Una soddisfazione anche per i Borghi Autentici e i territori che ce la vogliono fare.

Potrebbero interessarti