Sennariolo, una grande famiglia in cui è bello tornare

7 luglio 2016

Tra i borghi più piccoli della Sardegna, con i suoi 183 abitanti, Sennariolocostituisce una sola grande famiglia ospitale destinata, durante la stagione estiva, ad allargarsi e a divenire sempre più internazionale.

Un borgo fuori dal tempo e dallo spazio, una piccola oasi dove trascorrere le vacanze in completa tranquillità e dimenticare le fatiche della vita frenetica che caratterizza le grandi città.

Un posto ideale anche per i più piccoli, che a Sennariolo sono liberi di scorrazzare tra le strette viuzze del borgo, oppure di giocare in mezzo al verde senza alcuna preoccupazione per i genitori, riscoprendo così la vera dimensione dell’essere bambini.

È bellissimo perdersi nel suggestivo intreccio delle sue stradine in ciottolato, impreziosite da deliziosi murales attraverso i quali si possono scoprire attimi di vita quotidiana del piccolo borgo, partire per piccole escursioni alla scoperta della sua natura e imbattersi in frutti, profumi, fioriture tipiche della nostra regione.

Per la sua vicinanza al mare è possibile scegliere ogni giorno una itinerario diverso: verso nord alla scoperta di Bosa con le sue spiagge, calette nascoste e piscine naturali che offre scenari unici; verso sud incontrerete invece spiagge uniche nel loro genere come quella di Is Arutas, caratterizzata da un arenile simile a chicchi di riso, o splendidi tramonti incorniciati da archi naturali nella borgata marina di S’Archittu. Ma se volete andare alla ricerca di storie perdute potete spingervi un po’ più in là, fino a San Giovanni di Sinis, dove il mare incontra i resti di una città punico-romana, Tharros.

Sennariolo gode anche di uno splendido paesaggio montano in cui ci si può perdere in una natura ancora incontaminata: il massiccio del Montiferru, di cui fa parte, è tra i più importanti complessi vulcanici dell’isola, ormai spento da più di un milione di anni; l’area è ricca di acque sorgive con sentieri che conducono a vallate, cascate, grotte e nuraghi.

La costa del Montiferru è quasi completamente alta e frastagliata, con pochi approdi e abitati, ma offre panorami spettacolari. Inoltre da qui, grazie alla sua posizione, è possibile raggiungere facilmente ogni angolo della Sardegna.

Tutti questi elementi, perfettamente concatenati, hanno portato negli anni alla crescita della “famiglia”. Una volta scoperto questo piccolo borgo, è difficile dimenticarlo e nell’animo dei visitatori nasce e cresce il desiderio di tornare, per immedesimarsi sempre più nella sua vita dai ritmi lenti e tranquilli e arricchirsi delle sue tradizioni, delle sue usanze, della sua storia.

Questo processo di integrazione nella comunità porta i visitatori a trasformarsi da semplici turisti a cittadini temporanei del borgo; il loro soggiorno non sarà più una semplice vacanza fine a se stessa ma diventerà una vera e propria esperienza di vita, che permetterà loro di vivere il territorio e non semplicemente di attraversarlo.

Per Sennariolo questa è una grande sfida, ma i presupposti per vincere ci sono tutti.

David Deriu

Potrebbero interessarti