Melpignano, borgo di storia, arte, musica e tradizioni

30 giugno 2016

Nel cuore pulsante della Grecìa Salentina, in un territorio in cui a dominare incontraste sono le distese di uliveti dalle quali emergono segni di antiche civiltà, si collocala comunità ospitale di Melpignano, portatrice di un ricco patrimonio culturale e identitario che da sempre ha custodito con molta cura.

Entrata a far parte dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia nel 2007, si propone oggi come meta di un turismo sostenibile e responsabile che coinvolge gli abitanti del luogo, che lo rendono unico e coinvolgente per chi decide di trascorrervi qualche giorno e scoprirne il carattere ma soprattutto l’accoglienza partecipe. A testimonianza della centralità del ruolo dei cittadini, l’amministrazione comunale ha sostenuto la nascita di una Cooperativa di Comunità che ha lavorato sul primo progetto “Fotovoltaico diffuso sui tetti”.

Definito “Borgo intelligente per un futuro sostenibile”, il Comune fa inoltre parte dell’associazione nazionale Comuni Virtuosi, associazione di Enti locali che operano a favore di una armoniosa e sostenibile gestione dei propri territori.

Appartenente alla storica area ellofona salentina, un’isola linguistica di nove comuni in cui si parla il griko, un antico idioma di origine greca, Melpignano custodisce preziosi beni culturali, a partire dai dolmen e menhir, testimonianza degli antichi insediamenti sin dall’età del bronzo, la centrale Piazza San Giorgio con i suoi portici cinquecenteschi, rarissimo esempio di architettura per il commercio e antico luogo d’incontro dei commercianti che ogni sabato animavano il mercato, la Chiesa Madre di San Giorgio, al cui interno conserva meravigliosi altari barocchi, la Torre dell’Orologioe la Cappella dell’Assunzione della Vergine.

Teatro della rinomata “Notte della Taranta” è l’ex Convento degli Agostiniani, uno degli edifici più affascinanti del barocco leccese, nella cui piazza antistante, la seconda metà di agosto, musicisti di fama nazionale e internazionale si riuniscono per il grande concerto finale del festival di musica popolare salentina dedicato al recupero e alla valorizzazione della pizzica salentina che si svolge in vari comuni della Provincia di Lecce.

Storia, arte, musica e tradizioni sono gli ingredienti di cui si nutre la comunità ospitale di Melpignano identificandosi nel ritmo lento del borgo che lo contraddistingue.

Aleandra Minerva

Potrebbero interessarti