Città Libere dai Pesticidi per un futuro sostenibile

5 marzo 2018
città-libere-dai-pesticidi

Borghi Autentici d’Italia e Rete Europea Città Libere dai Pesticidi insieme per un futuro sostenibile

Da una visione condivisa circa il futuro sostenibile delle nostre città nasce un’importante partnership: quella tra la Rete Europea delle Città libere dai Pesticidi e l’Associazione Borghi Autentici d’Italia, una delle realtà associative più interessanti e propositive del panorama nazionale.

La Rete Europea delle Città Libere dai Pesticidi è un progetto ideato da PAN Europe (Pesticide Action Network), ONG con sede a Bruxelles, nata nel 1987 con l’obiettivo di limitare l’uso di pesticidi chimici rimpiazzandoli con alternative sostenibili, al fine di tutelare la salute dei cittadini e la biodiversità dell’ambiente.

Lo scopo principale della Rete Europea delle Città Libere dai Pesticidi, in linea con la Direttiva emanata dall’Unione Europea nel 2009 sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (SUDP),  è quello di riunire una massa critica di comuni impegnati ad eliminare l’uso degli antiparassitari e fornire loro una piattaforma europea all’interno della quale condividere esperienze, pratiche e conoscenze, ricevendo un supporto reciproco.

Perché un Network di città libere dai pesticidi?

“I pesticidi non vengono utilizzati solo nelle aziende agricole per la produzione di alimenti, ma anche nelle aree verdi delle scuole, dei parchi giochi, degli asili, dei campi sportivi, dei marciapiedi e dei cimiteri. Ne consegue che ogni cittadino è esposto direttamente o indirettamente a decine di diversi pesticidi ogni giorno attraverso il cibo e l’ambiente” – afferma Michela Bilotta, coordinatrice del progetto Città Libere dai Pesticidi in Italia. Lanciato da alcune settimane anche in Italia, il progetto ha suscitato l’entusiasmo di piccoli e grandi comuni, come Bolzano, Varese, Belluno, Ragusa, Occhiobello, Lozzolo, Robilante, Morozzo, Casalduni, Barge, Guardia Sanframondi, solo per citarne alcuni.

“Si tratta di un’iniziativa coerente alla filosofia di Borghi Autentici, che va nella direzione di una sempre maggiore attenzione al benessere e alla salute dei cittadini, quelli residenti e quelli temporanei. Per questo motivo, accettando l’invito di PAN Europe, Borghi Autentici d’Italia propone ai propri associati un protocollo finalizzato a condividere ed attirare gli obiettivi delle Città Libere dai Pesticidi”, ci dice il Presidente dell’Associazione Borghi Autentici Ivan Stomeo.

Per la realizzazione di questi obiettivi,  i Comuni dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia che aderiscono all’iniziativa dovranno adottare un piano d’azione per eliminare progressivamente tutti i pesticidi dalle loro aree pubbliche e dovranno, inoltre, impegnarsi sotto il profilo della comunicazione, promuovendo una campagna di informazione per sensibilizzare i cittadini sull’importanza delle alternative sostenibili e sui pericoli derivanti dall’esposizione ai pesticidi.

“La nostra rete è composta da oltre 250 comuni che aderiscono facendo riferimento ad un sistema valoriale, il Manifesto dei Borghi Autentici, rispetto al quale troviamo l’iniziativa di PAN Europe coerente e appropriata in un’ottica di attenzione alla qualità della vita delle comunità locali che vivono nei nostri Borghi. Confido, pertanto, che molti dei Comuni nostri associati possano apprezzare e aderire al network Città Libere dai Pesticidi, considerando anche che localmente sono state già sviluppate azioni che vanno nella direzione del comune interesse”, aggiunge Antonio Cardelli, Vice Segretario nazionale dell’Associazione.

Da oggi, dunque, l’Europa parlerà un’ulteriore lingua: quella dei Borghi Autentici d’Italia.

Per aderire alla Rete Europea delle Città Libere dai Pesticidi e per info scrivere a: michela@pan-europe.info 

castaldini@borghiautenticiditalia.it ;

antoniocardelli@borghiautenticiditalia.it

Per approfondire gli aspetti di adesione: sezione dedicata sul sito dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia

Potrebbero interessarti