Perché aderiamo a Borghi Autentici: intervista al Sindaco di Lettopalena

28 agosto 2017

Dopo aver intervistato il Sindaco di Biccari che ci ha raccontato dei progetti di turismo sostenibile che il suo borgo, insieme ad altri 29 Comuni della Daunia pugliese, sta sviluppando, ora ti facciamo conoscere un borgo autentico abruzzese di circa 360 abitanti che sta lottando contro lo spopolamento. Lettopalena si trova nel territorio della Comunità Montana dell’Aventino – Medio Sangro, in provincia di Chieti e grazie anche all’impegno della sua giovane Amministrazione, il borgo sta ricominciando a vivere, dopo un periodo di forte abbandono. Il Sindaco Carolina De Vitis si è assunta l’impegno ormai da due mandati, di sviluppare per il suo territorio e per la comunità locale una serie di azioni volte a migliorare la qualità di vita del borgo, compresa l’adesione alla rete nazionale dei Borghi Autentici.

Perché avete deciso di aderire a Borghi Autentici?

Ho scoperto l’Associazione personalmente, mentre stavo facendo alcune ricerche per il mio Comune, sulle cose che avrei voluto sviluppare nel mandato amministrativo. Così digitando le parole “autentico” e “comunità”, ho scoperto i progetti che Borghi Autentici stava sviluppando in Comuni di tutta Italia. Leggendo il Manifesto ho capito poi che la mission di BAI rispecchiava perfettamente la mia volontà di Amministratrice, supportando quindi tutto ciò che volevo fare per il mio Comune.

Che cosa significa per voi essere autentici?

L’autenticità rappresenta l’impegno di tutti i giovani amministratori che mi accompagnano in questa avventura, per far sì che il nostro borgo non muoia. Abbiamo subito un forte abbandono in passato, ora la nostra missione è mantenere le persone nel paese, soprattutto i giovani, facendole vivere bene.

Tutti ci dicono che più che un’Amministrazione, sembriamo una cooperativa o un’Associazione perché per noi, l’impegno politico e le attività da svolgere sul territorio non sono due cose separate, anzi! Lavoriamo insieme, in modo coeso e ci stiamo dando da fare per migliorare fin dalle piccole cose quotidiane, la qualità di vita nel nostro borgo. Durante gli eventi siamo noi a montare il palco e facciamo promozione sul territorio: siamo nello stesso tempo operai e amministratori del nostro territorio.

 

 

Quali sono i temi del Manifesto dei Borghi Autentici che desiderate sviluppare?

Il turismo e la sfera sociale sono sicuramente i filoni tematici che desideriamo sviluppare. Fino a poco tempo fa non avevamo una struttura ricettiva, così abbiamo ristrutturato un vecchio casolare nel modo più autentico e semplice possibile e ne abbiamo creato una. Inoltre ci stiamo impegnando molto nel sociale per aiutare in particolare gli anziani quando sono soli, per fare la spesa o per i piccoli spostamenti. Stiamo ricostruendo la solidarietà e l’anima della comunità locale, che fino a pochi anni fa era completamente assente. Inoltre organizziamo diversi eventi volti a promuovere e valorizzare la storia del paese, in particolare durante la stagione estiva.

Quando abbiamo deciso di aderire alla rete Borghi Autentici, stavamo creando una cooperativa di comunità: il progetto purtroppo non è andato a buon fine, ma siamo comunque riusciti a creare una cooperativa di ragazzi di lavoro e servizi, che ha permesso a diverse persone di fermarsi nel borgo trovando un impiego. Per quanto riguarda i nostri progetti futuri invece, ci piacerebbe creare una Casa dell’Ospite, per accogliere tutti i cittadini temporanei del borgo, ma il progetto è ancora tutto da definire!

Ringraziamo il Sindaco Carolina De Vitis per la passione con cui ci ha raccontato del suo impegno nel borgo di Lettopalena e le auguriamo buona fortuna per tutti i progetti della sua giovane Amministrazione.

 

Potrebbero interessarti