Beni culturali, concorso Patrimoni Viventi

11 luglio 2018
Beni Culturali

Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali ha lanciato il concorsoPatrimoni Viventi” al fine di premiare le migliori iniziative di valorizzazione realizzate in Italia nel corso del 2017 da enti pubblici e privati e che siano operative e fruibili sempre dal 2017.  Due le sezioni del concorso: la sezione Pubblico, per le candidature delle pubbliche amministrazioni locali e regionali, e la sezione  Privato, per le organizzazioni del terzo settore e le ONG, anche riunite in consorzi.

La partecipazione alla selezione è gratuita e prevede:

  • una prima fase di acquisizione – attraverso un formulario in formato digitale – dei dati e delle informazioni riguardanti il progetto, che dovrà essere inviato telematicamente entro e non oltre il 31 agosto 2018;
  • una seconda fase con l’invio della documentazione tramite servizi postali entro il 10 settembre 2018.

I progetti pervenuti verranno valutati da una Commissione esaminatrice sulla base degli effetti prodotti dagli stessi nel territorio italiano, secondo cinque criteri:

  1. Impatto territoriale – valutazione degli effetti che l’intervento di valorizzazione ha prodotto sul territorio in cui è venuto a realizzarsi, avendo cura di analizzarne i benefici tanto per la comunità locale, quanto per altri fruitori (fino a 20 punti).
  2. Rispetto dei principi dello sviluppo sostenibile – valutazione della sostenibilità dell’intervento di valorizzazione in termini di impatto ambientale, di accertamento del valore culturale della risorsa in coerenza con la matrice identitaria del territorio interessato, di ricadute diffuse per la comunità locale in relazione al miglioramento delle condizioni di fruibilità da parte dei residenti e delle categorie svantaggiate (fino a 20 punti).
  3. Innovatività dell’intervento di valorizzazione – valutazione del livello di innovazione dell’intervento di valorizzazione nel panorama nazionale e internazionale (fino a 25 punti).
  4. Coinvolgimento degli stakeholder e della comunità locale – valutazione del livello di coinvolgimento degli stakeholder e della comunità locale nella definizione e quindi nella realizzazione dell’intervento di valorizzazione (fino a 25 punti).
  5. Economicità dell’intervento di valorizzazione – valutazione dell’economicità dell’intervento di valorizzazione, attraverso la comparazione costi/benefici (fino a 10 punti).

Bando, formulario che forma parte integrante del bando stesso, requisiti di partecipazione 

Potrebbero interessarti