Bonifica amianto negli edifici pubblici: ecco il nuovo bando

8 febbraio 2017
bonifica amianto edifici pubblici

La messa in sicurezza degli edifici pubblici è una delle priorità della missione #italiasicura, realizzata e promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per superare le emergenze in particolare sui temi del dissesto idrogeologico, delle infrastrutture idriche e dell’edilizia scolastica. In questo, la bonifica dell’amianto negli edifici pubblici è sicuramente una delle maggiori priorità di intervento.

Per questo motivo e per preservare l’incolumità dei più giovani, è stato indetto un nuovo bando per la bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, dando priorità alle scuole e agli edifici collocati nei pressi di asili, scuole, parchi gioco, ospedali e impianti sportivi. Si tratta di una grande occasione per tutti gli istituti scolastici italiani e per gli Enti locali, per sopperire a questo grave problema e mettersi in regola:la sicurezza nelle scuole deve essere il primo passo verso la costruzione di un futuro migliore.

 

La situazione amianto nelle scuole italiane

La situazione amianto negli edifici pubblici e in particolare nelle scuole italiane è alquanto preoccupante. Lo confermano i dati rilevati ogni anno da Legambiente su un campione di circa 6.300 edifici scolastici situati nei Comuni capoluogo di provincia, dei quali il 10% presenta casi certificati di amianto (con una prevalenza di casi al nord Italia).

Oltre a Legambiente, anche l’Osservatorio Nazionale Amianto ha censito gli edifici che presentano questo problema, contandone circa 2.400 per 350mila studenti coinvolti e 50mila lavoratori. La situazione si aggrava ulteriormente se si pensa che ogni anno aumenta sempre di più il numero di istituti che non si sottopongono a questo genere di censimento, non dichiarando quindi il problema.

In questo contesto, il nuovo bando per la bonifica amianto negli edifici pubblici, assume un ruolo fondamentale nelle politiche nazionali.

 

bonifica amianto edifici pubblici

@ecogea.it

Le priorità del bando

Oltre a riservare una priorità assoluta di intervento alle scuole, le altre priorità del bando, possono essere riassunte nei seguenti punti:

  • interventi relativi ad edifici pubblici collocati all’interno o entro un raggio non superiore a 100 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio-assistenziali, ospedali, impianti sportivi;
  • interventi relativi ad edifici pubblici per i quali esistono segnalazioni da parte di enti di controllo sanitario, di tutela ambientale o di altri enti in merito alla presenza di amianto;
  • interventi relativi ad edifici pubblici per i quali si prevede un progetto cantierabile entro 12 mesi dall’erogazione del contributo;
  • interventi relativi ad edifici pubblici collocati all’interno di un Sito di Interesse Nazionale o inseriti nella mappatura dell’amianto ai sensi del Decreto Ministeriale n.101 del 18 marzo 2003.

 

Come partecipare al bando

Il bando per la bonifica amianto negli edifici pubblici è aperto dal 30 gennaio al 30 marzo 2017. Il testo integrale del bando e le richieste di finanziamento possono essere presentate sul portale telematico presente sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

 

Potrebbero interessarti